by

DOCINTOUR 2016

CINETIBERIO – DOCINTOUR 2016

Doc in Tour – Documentari in Emilia-Romagna – 10° edizione – 2016

Doc in Tour è la prima e sola rassegna in Italia che ogni anno presenta il meglio della produzione documentaristica relativa a un territorio regionale. L’obiettivo è di valorizzare il patrimonio culturale e sociale che caratterizza la produzione documentaristica regionale: le opere selezionate sono infatti dirette da registi emiliano-romagnoli o prodotte da case di produzione emiliano-romagnole o hanno temi che riguardano il territorio regionale.

DOCINTOUR è promosso da: Regione Emilia-Romagna, Fice Emilia-Romagna (Federazione italiana cinema d’essai), D.E-R, Associazione dei documentaristi emiliano-romagnoli e Progetto Fronte del Pubblico/Fondazione Cineteca di Bologna.

Le proiezioni al Cinema Tiberio sono svolte in collaborazione con Notorius Rimini Cineclub.

Tutte le proiezioni sono ad ingresso gratuito

PROGRAMMA

 

Martedì 3 maggio 2016 – ore 21:00
MENO MALE E’ LUNEDI’
Regia: Filippo Vendemmiati – 71′
Un gruppo formato da una decina di ex operai metalmeccanici, ora in pensione, viene richiamato al lavoro dalle aziende nelle quali gli stessi sono stati impiegati per tutta una vita. Ma questa volta si troveranno dall’altra parte, saranno presidi ed insegnanti di un’insolita ed originale scuola aziendale che ha aperto la sua linea di produzione all’interno di un carcere. Insegneranno a 13 operai-detenuti il mestiere, lavoreranno con loro per costruire una componente di una macchina per imballaggi ad alto contenuto tecnologico. Il film racconta di un rapporto umano profondo e solidale fondato sulla trasmissione del sapere e di un mestiere che ribalta fino ad confonderlo il rapporto servo-padrone, libertà-prigionia.

Martedì 10 maggio 2016 – ore 21:00
doppia proiezione

GERMANO SARTELLI – LA FORMA DELLE COSE
Regia di Paolo Fiore Angelini – 77
Il farsi del lavoro dell’artista Germano Sartelli, nel corso del tempo, dall’immediato dopoguerra ai giorni nostri. Nel descriverne le tappe del percorso creativo, la critica più autorevole ha fatto spesso ricorso a nomi di primo piano dell’arte del ’900: Giacometti, Burri, Dubuffet, Pollock, Michaux. Nel panorama dell’arte italiana del ’900 Germano Sartelli è stato l’Artista “fuori dal coro”. La sua è una formazione “sul campo”, al tempo stesso classica e sperimentale, eppure da “bottega”, legata alla manualità, al contatto e all’interazione degli elementi naturali.

SAGA
Regia: Paolo Boriani – 35′
Saga è l’opera equestre di Giovanni Lindo Ferretti e della Corte Transumante di Nasseta, “libera compagnia di uomini cavalli e montagne”. Il documentario, attraverso la voce di Giovanni Lindo Ferretti, racconta che cosa è il teatro equestre e racconta la nascita di Saga, una lezione sulla storia italiana, una lezione sulla bellezza, dove i protagonisti sono i cavalieri e i cavalli della Corte Transumante di Nasseta.

Martedì 17 maggio 2016 – ore 21:00
E DASHUROJNE ME ZEMER – Perchè la amano con tutto il cuore
Regia: Stefania Amanti, Matteo Perini – 52′
La Spartiti per Scutari Orkestra, orchestra di musica tradizionale albanese, composta quasi interamente da musicisti italiani, parte per la prima volta in tournè attraverso i Balcani, affrontando un lungo viaggio in autobus fino al Kosovo e all’Albania. Meta finale del viaggio è Scutari stessa, città di origine di Bard Jakova, direttore artistico e unico musicista albanese del gruppo. Ogni città e concerto è occasione per l’incontro e lo scambio tra le culture di popoli differenti.

 

L’EQUILIBRIO DEL CUCCHIAINO
Regia: Adriano Sforzi – 65′
Trent’anni in equilibrio su un filo: è la vita di Alberto “Bertino” Sforzi, tutta passata in un mondo eccentrico e meraviglioso, quello del circo. Figlio di un’antica tradizione, ha cominciato ragazzino e da quel filo non è più sceso, arrivando a lanciarsi sulla fronte, con la punta del piede, sette piattini, sette tazzine e un cucchiaino, senza perdere l’equilibrio. Le avventure, il talento e la determinazione di una leggenda tra i circensi rivivono in un film che si arricchisce di raffinato materiale d’epoca. Una storia d’arte e d’amore: quello per Ghisi, compagna da più di cinquant’anni e proprietaria del circo-famiglia unico al mondo che ha segnato nel bene e nel male il loro destino, il Circo Medrano.

Martedì 24 maggio 2016 – ore 21:00
MAN ON THE RIVER – LONDON TO ISTANBUL
Regia: Paolo Muran – 105′
Una storia lunga 5.200 km: da Londra a Istanbul sui fiumi dell’Europa in una barca a remi e a vela. Il protagonista è Giacomo De Stefano, un uomo che ha deciso di inseguire il sogno di un nuovo mondo percorrendo le antiche vie di comunicazione con la sola forza del vento e delle braccia. A guidarlo solo la linea blu che, passando per 13 Paesi, collega gli estremi dell’Europa. Londra e Instambul, simboli del nuovo e del vecchio mondo, confini naturali della cultura europea. Un viaggio lento, in contrasto col del turismo di massa che riduce la profondità dell’incontro con la natura. Una poesia del viaggiare, del perdersi nei paesaggi e nei volti, del ritrovarsi a ogni ansa seguendo il ritmo dell’acqua che scorre. Un film di scoperta, un’avventura del corpo e dello spirito sul pelo dell’acqua, simbolo stesso della vita.

Martedì 31 maggio 2016 – ore 21:00
LOW COST FLOCKS
Regia: Giacomo Agnetti – 72′
Low Cost Flocks è un film sull’immaginario dei viaggiatori. Come è cambiato il modo di viaggiare dalla nascita dei voli low-cost e dei social networks? Quali sono i miti della nuova generazione? Un viaggio nella mente dei viaggiatori di questo secolo condotto da alcuni importanti pensatori che li hanno osservati per anni.