by

Fice: Riusciranno in nostri eroi 2018

rassegna ottobre 2018

Il giovane cinema italiano si dà appuntamento nelle sale d’essai dell’Emilia-Romagna, grazie alla rassegna itinerante RIUSCIRANNO I NOSTRI EROI che, proporrà proiezioni e incontri con autori e registi italiani, offrendo così nuovi spazi e opportunità di programmazione a opere meritevoli e ricche di potenzialità.

La rassegna è promossa da Fice Emilia Romagna, con il supporto del gruppo regionale del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani e della Rete degli Spettatori. L’iniziativa rientra nel più ampio progetto di Agis Emilia Romagna “Cinema di qualità” – che gode del sostegno della Regione – premiando gli esercenti più attenti al prodotto d’essai.

Biglietteria: € 6 /  € 5

Programma eventi a Rimini – Cinema Tiberio – 2018

giovedì 18 ottobre – ore 21.00*
venerdì 19 ottobre – ore 21.00
sabato 20 ottobre – ore 17.00 e ore 21.00
SEMBRA MIO FIGLIO
di Costanza Quatriglio

con Basir Ahnang, Dawood Yousefi, Tihana Lazovic
Italia, Belgio, Croazia, Iran, 2018

durata 103 minuti.

Ismail è sfuggito alle persecuzioni in Afghanistan quando era bambino e vive in Europa con il fratello. La madre, che non ha mai smesso di attendere notizie dei suoi figli, oggi non lo riconosce. Ismail andrà incontro al destino della sua famiglia facendo i conti con l’insensatezza della guerra e con la storia del popolo Hazara, cui appartiene.

“Un’opera coraggiosa con una forte presa sulla contemporaneità, portatrice di un messaggio semplice, universale e atemporale” – MyMovies,  Emanuele Sacchi

*alla serata sarà presente la regista per incontrare il pubblico al termine del film 

giovedì 25 ottobre – ore 21.00*
venerdì 26 ottobre – ore 17.00 e ore 21.00
BEATE
di Samad Zarmandili
con Donatella Finocchiaro, Paolo Pierobon, Maria Roveran, Lucia Sardo
Italia, 2018
durata 90 minuti

Le operaie di una fabbrica del Nordest, che produce lingerie, stanno per essere licenziate. Poco lontano, un pugno di suore, abili nell’arte del ricamo e devote alla Beata Armida, rischiano di essere allontanate dall’amato convento. Per opporsi a un destino già segnato, operaie e suore s’inventano un “business” fuori dalle regole. Ma per salvare corpi e anime di tutte, serve forse un “miracolo”…

 Una commedia arguta che non dimentica la situazione economica reale e innalza un’ode alla capacità femminile di risollevarsi. – Mymovies, Paola Casella

*alla serata sarà presente il regista per incontrare il pubblico al termine del film

giovedì 22 novembre – ore 21.00*
venerdì 23 novembre – ore 21.00
sabato 24 novembre – ore 17.00 e ore 21.00
RESINA
di Renzo Carbonera
con Maria Roveran, Thierry Toscan, Jasmin Barbara Mairhofer, Andrea Pennacchi
Italia, 2018
durata 90 minuti.

Un coro di uomini. Un direttore donna. Una famiglia e una piccola comunità che hanno bisogno di ritrovare il senso d’unione per affrontare la sfida del domani. La giovane violoncellista Maria è delusa dallo spietato mondo della musica. Ritorna al paesino di montagna delle sue origini, una piccola enclave isolata dove si parla ancora una lingua arcaica: il cimbro. Qui trova una situazione familiare complessa e una piccola comunità alle prese con i primi effetti del cambiamento climatico. Quasi per caso, o forse perché è impossibile non trovarsi all’unico bar della piazza, Maria entra in contatto con il glorioso coro polifonico maschile di cui faceva parte suo nonno. In realtà ora il tutto è in completo disarmo, affidato a una manciata di strampalati ubriaconi da bar, e Quirino è l’unico di loro a non volersi arrendere all’evidenza: sogna ancora di partecipare a un fantomatico concorso canoro, in grado di riportarli all’antico splendore. Per fare questo chiede aiuto a Maria, e lei accetta la sfida perché sotto sotto cerca un modo per riavvicinarsi al mondo della musica. Un caleidoscopio di personaggi tinge di ironia e ritmo il racconto di un piccolo mondo, alle prese con lo spauracchio del cambiamento climatico, e con la determinazione di Maria. Ne emerge la storia di una giovane donna in un mondo di uomini.

L’urgenza di raccontare un microcosmo che ha bisogno di una resina sociale per contrastare le numerose avversità.- Mymovies, Giancarlo Zappoli

*alla serata sarà presente il regista per incontrare il pubblico al termine del film