by

CineCult: Novecento

Giovedì 25 aprile - ore 17:00

Rassegna Cine.Cult 2019 presenta

NOVECENTO
Regia di Bernardo Bertolucci
con Gérard Depardieu, Robert De Niro, Burt Lancaster
Italia 1976
Durata: 310 minuti (5 ore e 10 minuti)
NB: data la durata dell’opera, la proiezione avverrà in due tempi, corrispondenti ai due atti in cui è suddiviso il film, con una pausa intermedia, allietata da una “merenda contadina” offerta dal Cinema Tiberio in collaborazione con Notorius Rimini Cineclub)

Edizione completamente restaurata – Omaggio a Bernardo Bertolucci

Il 25 aprile del 1945 è il giorno della Liberazione dal nazifascismo ed è anche il giorno in cui le contadine catturano il fascista Attila e la sua compagna Regina e il giovanissimo Leonida tiene sotto il tiro di un fucile il padrone Alfredo Berlinghieri. Da qui ha inizio un flashback che ci porta alla nascita e successivamente all’infanzia e alla giovinezza di Alfredo e del coetaneo contadino Olmo fino a portarlia dopo la fine della Prima Guerra Mondiale.

Un’opera utopica, oggi inconcepibile; un ponte tra Hollywood e il realismo socialista.

Girato tra il 1974 e il 1975 il film si nutriva del punto più alto della visione politica promossa da Enrico Berlinguer che, con il cosiddetto ‘compromesso storico’, mirava a un accordo tra la base comunista e quella di matrice cattolica. Le cose andarono come la Storia ci insegna ma in quel momento le speranze erano molte e diffuse (così come gli ostacoli). Nella dissoluzione delle ideologie contemporanea (che non ha però portato con sé esiti indirizzati al miglioramento delle condizioni di vita delle fasce più deboli della società) un film come questo (o come il successivo L’albero degli zoccoli di Ermanno Olmi) non verrebbero nemmeno pensati.

SINOSSI: Dal 1900 al secondo dopoguerra, le due vite contrapposte e intrecciate del contadino Olmo (Gérard Depardieu) e del ricco latifondista Alfredo (Robert De Niro) al centro di un poderoso e veemente affresco dove Bertolucci ha tentato di fondere il mélo hollywoodiano con l’epica comunista, non senza echi filmici inattesi (il patriarca Berlinghieri di Burt Lancaster è quasi una variante acre e sanguigna del principe di Salina).

Oltre al sontuoso ed eterogeneo cast, protagonista è il paesaggio della campagna parmense, esaltato dalla fotografia di Storaro.

Tenuto conto della durata complessiva del film, la proiezione è suddivisa in due atti:

  • NOVECENTO 1° Atto –  si svolge dal 1900 all’avvento del fascismo
  • NOVECENTO 2° Atto –  si conclude con la Liberazione.

BIGLIETTERIA: € 5

ORARI: inizio ore 17:00 con pausa attorno alle 19:30 (merenda contadina offerta da Cinema Tiberio e Notorius Rimini Cineclub)

Maggiori info sul film: http://distribuzione.ilcinemaritrovato.it/novecento