by

Arte al Cinema 2018-19 II° parte

Eccezionali docfilm sull'Arte

La Grande Arte al Cinema
Seconda parte – Stagione 2018/19
Una eccezionale rassegna di documentari, girati in alta definizione, per uno sguardo esclusivo a mostre / esposizioni temporanee di rilevanza internazionale o film monografici che raccontano l’artista con la consulenza di autorevoli studiosi.

Biglietteria: € 10 / € 8

PROGRAMMA

15,16 gennaio / 11 febbraio
BERNINI E LA GALLERIA BORGHESE
La selezione di oltre 60 capolavori dai più prestigiosi musei del mondo, in mostra nella cornice incantata di Villa Borghese, è stata definita dagli esperti d’arte come il ritorno a casa di Bernini. Sono trascorsi cinque secoli dalla nascita dei gruppi scultorei di questo artista. Le immagini, nella più alta definizione oggi disponibile e con angolazioni mai ammirate in precedenza se non dallo stesso Gian Lorenzo Bernini, sono accompagnate dal commento degli ideatori e dei protagonisti della mostra.

28, 29 e 30 gennaio
DEGAS-PASSIONE E PERFEZIONE
Viaggiando dalla superba mostra del Fitzwilliam Museum di Cambridge, con la sua straordinaria collezione di opere di Degas, sino alle strade di Parigi, il docu-film propone un accesso esclusivo ad opere rare realizzate dal celebre pittore delle ballerine, uno dei geni assoluti dell’Impressionismo. Un appuntamento che ripercorre l’affascinante storia della ricerca della perfezione di Degas, in cui sperimentazione di nuove tecniche e studio dei Maestri del passato si fondono nella mente e nel pennello di uno degli artisti più amati al mondo.

6 febbraio
MATHERA – L’ASCOLTO DEI SASSI
Mathera è un film documentario dedicato alla Capitale della Cultura 2019. Voci autorevoli del mondo della storia dell’arte e dell’architettura si alternano alle testimonianze di chi ha scelto di vivere nei Sassi o di lavorarci. Ne emerge un quadro struggente, di una città che è una delle più antiche del mondo ancora abitate e che – oggi più che mai – continua a incantare e attrarre turisti da tutto il mondo. Nell’arco della giornata, tra l’alba lucana che bagna di luce la cascata di edifici verso la gravina e il tramonto che trasforma le corti in un presepe, le riprese ad 8K dal suolo e dal drone accompagnano lo spettatore in un viaggio indimenticabile tra cultura, arte e storia. Un’esperienza che porta alla riflessione di quanto il passato sia un’esperienza di cui fare tesoro per incoraggiare a guardare il futuro in un’ottica di rispetto e sostenibilità.

18,19, 20 febbraio
LEONARDO cinquecento
A 500 anni dalla sua scomparsa, Leonardo continua ad essere uno dei personaggi più conosciuti ed ammirati nella storia dell’umanità. Artista, architetto, naturalista, stratega militare, ingegnere, il più grande scienziato di tutti i tempi fu prima di tutto un osservatore alla costante ricerca di nuove scoperte.
Combinando l’intelligenza artificiale con i risultati di decenni di studi e ricerche, il film ricompone in esclusiva e per la prima volta al mondo le migliaia di pagine dei Codici lasciatici da Leonardo Da Vinci in una prospettiva del tutto nuova che mostra le implicazioni contemporanee del suo immenso lavoro.
Con il contributo di esperti internazionali e di un pool di ingegneri e tecnici, il racconto proietta una luce inedita sulle osservazioni e gli studi del Genio che da secoli affascina intere generazioni.

25, 26 e 27 febbraio
TINTORETTO – un ribelle a Venezia
Una nuova eccitante produzione cinematografica firmata Sky Arte, ideata e scritta dal premio Strega Melania Mazzucco. Con la partecipazione straordinaria di Peter Greenaway, il film celebra il cinquecentesimo anniversario della nascita di uno dei giganti della pittura europea del XVI secolo, Jacopo Tintoretto. L’artista fu l’unico, al contrario di Veronese e Tiziano, a essere nato e cresciuto a Venezia, che non abbandonò nemmeno durante gli anni della peste che mise in ginocchio la città. Accompagnato dalla mostra TINTORETTO 1519-1594 di Palazzo Ducale, il film ripercorre i luoghi iconici della Venezia di Tintoretto, dalla prima bottega a Cannaregio alla Scuola Grande di San Rocco, definita ancora oggi la sua Cappella Sistina, esplorando anche le rivalità tra i più grandi artisti del tempo, Tintoretto, Tiziano e Veronese.

4, 5, 6 marzo
LA STANZA DELLE MERAVIGLIE – WOW –  World of Wonder
Cosa sono le meraviglie e cosa significa raccoglierle? La wunderkammer – nota anche come gabinetto di meraviglia o cabinet de curiosités in francese – emerse tra sovrani e collezionisti d’elite nel 16 ° secolo. Ci sono stanze straordinarie in tutto il mondo: quelle del passato, i mobili rinascimentali che nel corso del XVIII secolo sono diventati alcuni dei principali musei odierni e quelli del presente, i cui contenuti provengono dalle gallerie più prestigiose per essere visualizzato in splendide ville e castelli. Esistono stranezze eccentriche e inestimabili, collezioni private.

18, 19, 20 marzo
CANOVA
Ci sono uomini che hanno creato capolavori. Canova è certamente uno di loro. Spesso considerato il più grande degli artisti neoclassici, il suo straordinario lavoro ha stupito, ispirato e commosso per secoli. Il nostro film ritrae la sua crescita artistica, dalle sue prime esperienze a Venezia, vicino alla sua città natale, alle sue opere a Roma, Parigi e infine di nuovo a Venezia. Grazie al Canova Museum di Possagno, viaggeremo attraverso le pietre miliari che hanno creato la sua leggenda ed esplorato i paesaggi che un tempo ispirarono le sue famose sculture in marmo. Il nostro viaggio rappresenterà la sua vita e il suo genio: un incredibile talento unico che gli ha portato gloria e fama. Mentre era vivo, divenne una figura di fama internazionale che persino Napoleone voleva essere il suo protettore. Ora possiamo trovare i suoi capolavori a Parigi, Londra, Vienna, New York, Washington, San Pietroburgo, così come nel suo Home Museum a Possagno, dove sono ancora conservati alcuni dei suoi schizzi e cast più privati ​​per mostrare il genio precoce di Canova , un umile apprendista veneziano che era destinato alla grandezza e divenne un’icona proprio come Michelangelo e Bernini.

25, 26 e 27 marzo
GAUGUIN A TAHITI – IL PARADISO PERDUTO
Da Tahiti alle Isole Marchesi, il docu-film prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital, proporrà un viaggio alla ricerca del paradiso perduto, tra i luoghi che Gauguin scelse come sua patria d’elezione e attraverso i grandi musei americani dove sono custoditi i suoi più grandi capolavori. Sulle tracce di una storia che appartiene ormai al mito e sulle tracce di una vita e una pittura primordiali.

6, 7, 8 maggio
IL GIOVANE PICASSO
Picasso è uno dei più grandi artisti di tutti i tempi, ed il più prolifico fino alla sua morte nel 1973. Molti film hanno raccontato gli anni del suo maggiore successo: l’arte, gli affari e l’ampia cerchia di amici. Ma dove è cominciato tutto questo? Cosa ha reso Picasso quel che è stato? “Il giovane Picasso” esplora i suoi inizi, per scoprire da dove si scatenò la scintilla del genio che era solito ricordare: “A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per imparare a dipingere come un bambino”.

20, 21, 22 maggio
PALLADIO – Il potere dell’architettura
Alcune delle più belle ville italiane, ora parte dei siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, sono state le residenze esclusive della nobiltà veneziana durante il Rinascimento, e in seguito sono diventate una fonte di ispirazione per la costruzione di alcuni degli edifici di potere più iconici del mondo. La Casa Bianca, il Palazzo dei Congressi, la Borsa di New York, la casa di Jefferson a Monticello: per cinquecento anni, Andrea Palladio, il maestro del Neoclassicismo, ha ispirato gli architetti del mondo. Fu il presidente e architetto americano Thomas Jefferson a riconoscere l’architettura palladiana come l’esempio per l’estetica degli edifici del potere americani. La casa di Jefferson a Monticello, dove fu scritta la Dichiarazione di Indipendenza degli Stati Uniti, fu ispirata ai principi dei libri palladiani. C’è un legame profondo tra i simboli dell’architettura americana e Andrea Palladio che, nel 2011, è stato ufficialmente nominato “Il padre dell’architettura americana”. Il film svela i segreti delle opere originali e, attraverso interviste esclusive con archistar e proprietari di ville del Palladio, studiosi e professori, rende una testimonianza rara che sicuramente stimolerà l’interesse degli appassionati di architettura e del pubblico in generale. Un’esplorazione che esamina come questi codici estetici siano arrivati ​​a rappresentare il potere ovunque, in ogni città, in ogni Paese.

27, 28 e 29 maggio
DENTRO CARAVAGGIO
Perché, a oltre cinque secoli dalla morte, Caravaggio è uno dei pittori più popolari dei nostri tempi e continua ad essere protagonista di libri, mostre e approfondimenti? Un grande attore di teatro, Sandro Lombardi, da sempre appassionato di Caravaggio, visita la ricca mostra milanese dedicata all’artista e, un poco alla volta, scava attraverso i grandi temi legati alla biografia e all’opera del Merisi, per dare una risposta a questa domanda e per capire che cosa lo rende un nostro complice, un artista tanto vicino a noi.