LE VELE SCARLATTE

Prima Visione

LE VELE SCARLATTE
Regia di Pietro Marcello
con Juliette Jouan, Raphaël Thierry, Noémie Lvovsky, Louis Garrel
Titolo originale: L’Envol
Genere Drammatico – Francia, Italia, 2022
durata 100 minuti

Il soldato Raphael torna dalla Grande guerra al suo villaggio normanno, identificandosi come “l’uomo di Marie”. Marie non c’è più, ma c’è una bambina di cui Raphael ignorava l’esistenza: è sua figlia Juliette, che diventerà la sua ragione di vita. Per lei l’uomo ricomincerà a fare il falegname, dimostrandosi l’artigiano migliore della zona e un eccellente intagliatore. Ad aiutarlo c’è Madame Adeline, una vedova di buon cuore che accoglie entrambi nella sua fattoria. Ma Raphael, Juliette e Madame Adeline non sono ben visti nel villaggio, che considera l’uomo colpevole di omissione di soccorso, e le donne due streghe – come ogni “femmina non addomesticata”. Il loro è tuttavia un percorso di speranza, in attesa del passaggio delle vele scarlatte pronosticato a Juliette dalla maga del paese.

“Vele scarlatte” è un racconto dello scrittore russo Alexandr Grin che è un incoraggiamento a non arrendersi di fronte alle difficoltà, e Pietro Marcello ne rispetta la dimensione favolistica, valorizzandone però anche quella documentaria: fin dall’inizio la narrazione è intessuta di immagini d’archivio che mostrano il ritorno dei soldati e la vita dei primi anni del secolo scorso come un misto di operosità e ristrettezze.

Le vele scarlatte è il primo film francese di Marcello e si cala profondamente nell’estetica della Normandia dei primi del Novecento, fino ad estendere la grana delle immagini d’archivio a quelle realizzate dal direttore della fotografia Marco Graziaplena. Tutta l’iconografia è fedele ad un mondo scomparso e una società che Juliette vuole trascendere, anticipando quell’emancipazione femminile lontana a venire.

Le vele scarlatte è una fiaba semplice e antica, raccontata secondo codici scomparsi, fedele a ritmi e relazioni che non ci sono più, e che invece sarebbe importante ritrovare. La regia di Marcello accarezza con gentilezza ed empatia i suoi personaggi, li racconta senza fretta, li circonda di un’atmosfera sospesa ma anche ben radicata nel reale. Il suo Rapahel è, come lui, un artista che non si esprime in parole ma in gesti, che produce note musicali (bellissimo il commento sonoro di Gabriel Yared) e giocattoli creati per nutrire quell’immaginazione che l’epoca e le circostanze negano alle persone. E il potere dell’immaginazione si rivela il vero eroe della storia. (MyMovies)


BIGLIETTERIA
Intero: 7 €
Ridotto 6 €
Tiberio Club 5 € +1 puntiClub
Prevendite LIVETICKET: www.liveticket.it/cinematiberio

PROIEZIONI
Giovedì 16 febbraio – ore 21:00 VOS (fra/ita)
Venerdì 17 febbraio – ore 21:00
Sabato 18 febbraio – ore 17:00 / 21:00
Domenica 19 febbraio – ore 17:00 / 19:00 / 21:00

🔶MODALITA’ ACQUISTO BIGLIETTI🔶
E’ fortemente consigliato l’acquisto on line su Liveticket, al fine di agevolare le procedure d’ingresso.
E’ comunque sempre attiva la possibilità di comprare i biglietti direttamente alla cassa del cinema (il giorno stesso di proiezione o in prevendita).

Data

16 - 19 Feb 2023

Luogo

Cinema Tiberio
Rimini
Categoria

Organizzatore

Cinema Tiberio

Prossimo evento

Comments are closed