LO SPAZIO CHE VIVE

LO SPAZIO CHE VIVE
I 75 anni del CEIS di Rimini

regia: Teo De Luigi
scritto da: Teo De Luigi, Serena Saporito, Edda Valentini
direttore della fotografia: Michele Barone
operatori video: Marco Colonna, Enrico Guidi, Roberto Bianchi, Gianmarco Zannoni
montaggio: Diego Zicchetti
musiche originali: Massimiliano Rocchetta
responsabile di produzione: Cristina Gambini
direttore di produzione: Francesco Cavalli
Produzione: Gruppo Icaro, Ceis, Fondazione Margherita Zoebeli
Film documentario: Italia-Svizzera
Durata: 74 minuti

Film realizzato con il supporto dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna
con il sostegno di: RivieraBanca, Focchi, Nuova Ricerca, Gruppo Maggioli, Vulcangas, SGR, Fondazione Carim

Sinossi: Rimini 1946, la guerra è appena finita e la città è un cumulo di macerie. I cittadini non perdono tempo, i giovani vengono mobilitati per sgomberare le strade. La prima giunta comunale ha di fronte a sé una situazione drammatica da fronteggiare. Il vicesindaco Gomberto Bordoni, membro del Comitato di Liberazione nazionale, ha un’idea per far fronte al dramma più grande di quel momento: l’enorme massa di sfollati, in una città che è stata tra le più bombardate d’Italia. Bordoni attiva la rete dei contatti socialista e arriva una risposta solidale dal Soccorso Operaio Svizzero, che a Rimini manda aiuti e persone: tra loro l’architetto Felix Schwarz e Margherita Zoebeli, educatrice e assistente sociale, fin dai tempi della guerra di Spagna, nel corso della quale aveva salvato un centinaio di bambini figli di antifascisti, portandoli personalmente in Francia. Nell’area dell’Anfiteatro di Rimini vengono montate 13 baracche di tipo militare, disposte a villaggio, secondo la nuova filosofia architettonica svizzera, e nate per dare soccorso a bambini e famiglie senza casa: è il primo nucleo di quello che diventerà un progetto educativo straordinario, in cui le idee innovative dei grandi pedagogisti europei come Freinet, Bovet, Pestalozzi e Montessori, Steiner, Adler, incontreranno le istanze della nascente scuola attiva di De Bartolomeis, Laporta, Borghi, Don Milani e Malaguzzi. Tutti modelli pedagogici che facilitano il rapporto bambino-ambiente e la liberazione dagli schemi precostituiti. Oggi, dopo decenni in cui il Ceis (Centro ducativo italo-svizzero) ha attraversato tante fasi intrecciate alla storia d’Italia, si prepara alla sfida forse più difficile: l’ipotetico trasferimento da quel luogo originario, dove educazione, storia recente e storia antica della città hanno convissuto per 75 anni…

Proiezione gratuita
Prenotazione obbligatoria: inviare richiesta via mail a  [email protected]


Proiezioni:

lunedì 13 giugno: ore 19.00 e 21.00
martedì 14 giugno: ore 19.00 e 21.00

SPETTACOLO IN TRANQUILLITA’

‼️ REGOLE DA RISPETTARE:
😷 È obbligatorio indossare sempre le mascherine modello FFP2
✔️ Occorre sedersi esclusivamente nel posto assegnato

Data

13 - 14 Giu 2022

Luogo

Cinema Tiberio
Rimini
Categoria

Prossimo evento

Comments are closed